Cosmétiques : Cruelty Free est-il sinon pour Vegan ?

Parlando di cosmesi, capita spesso che le diciture “impitoyable” et “végétarien” confus vengano, o addirittura présomptueux sinonimi Epuree, si tratta di un errorre : jel fatto che un cosmetico sia cruelty free non impplica necessariamente che sia anche un prodotto privo di ingredientsi di origine animal. La dicitura “impitoyable” riguarda solamente i test sugli animali, mentre la garanzia della totale assenza di ingredientsi di origine animale, invece, è data dalla dicitura “vegan”

Lo standard per il cruel free

Quello della sperimentazione animale in ambito cosmetico è un argomento complesso, controverso e particulièrement sentito : il termine. cosmétique sans cruauté fa riferimento a quei prodotti che non abbiano comportato lo sfruttamento o l’uccisione animal nella fase di test – atti a garantire un profilo di sicurezza – che precede la commercializzazione.

Negli anni, l’argomento è stato ampiamente dibattuto, mentre variété aziende hanno preso posizione scegliendo di percorrere strade differenti nella produzione cosmetica Sono apparse semper più diciture sui
prodotti – venir “impitoyable”, “pas de test sur les animaux” ou “non testé sur les animaux”, pas esistendo una regolamentazione a riguardo, però, not chiaro quale fosse il reale significato di tali affermazioni.

Végétarien sans cruauté

ai composant garantie l’acquisto di prodotti che non fossero realmente testati sugli animali, nel 1996 otto organizzazioni per la protezione animale hanno fondato la Coalition pour l’information des consommateurs sur les cosmétiques (CCIC), finalizzata alla promozione di Unico Standard Condiviso J’utilise che rispettavano questo standard hanno cominciato a esre contraddistinti dal logo.

Le aziende che vogliano aime un standard de questo, Secondo Leaping Bunny :

  • no dovrebbero condurre o test board su animal su formulazioni e singoli componentsi di prodotti cosmétiques et per la pulizia
  • non dovrebbero acquistare ingredients, formulazioni o prodotti per cui sono stati commission o test condurre continue all data, segnalata dall’azienda, in cui questa si impegna non-condurre test su animali
  • Dovrebbero Implementare un système de surveillance dei fornitori che stabilisca che non ci siano test su animali secondo criteri stabiliti da Leaping Bunny.
  • Le témoignage de Dovrebbero est le distributeur de esteri che non praticano a loro volta test su animali.
  • Dovrebbero rinnovare il proprio impegno annualmente et enfin sottoporsi a un sistema di monitoraggio di CCIC.

Not è detetto, quindi, che un prodotto “cruelty free” sia semper privo di ingredientsi di origine animale nel packaging o all’interno del prodotto. E allora come si definisce lo Standard Produits végétariens à senza Ingrédients i animali?

Lo Norme végétarienne européenne

Pour exiger Questa necessità in Europa è stato redatto lo European vegan standard WVG (World Vegan Group). Sottoscritto e stilato dalle plus importante organisation végétalienne européenne à Bruxelles, sous la coordination de l’organisation non gouvernementale “SAFE – Safe Food Advocacy Europe”, la norme est frutto di unuro Committee di lavoro composto dalle pioniùi excellent.

Je récompense redigerlo sono iniziati il ​​​​​​10 Giugno 2015 ed è stato consegnato alla Commissione Europea (Commissario: Vytenis Andriukaitis) il 22 Febbraio 2017, con la Presidenza del Board tenuta dalla Società Benefit VEGANOK. WVG Standard è Consultabile sul sito ufficiale: www.veganstandard.eu per permettere a productori, Distributori, rivenditori e consumatori di prodotti vegan di comprenderne il significato e permettere così una corretta etichettatura dei prodotti all’interno della Comunita Europe.

Végétarien sans cruauté

Accédez à la norme gli del brutal free anche lo norme végétarienne européenne WVG non viene sottoscritto da tutti gli enti di certificazione végétarien. Vegan in realtà non includono alcun vincolo relativamente alla sperimentazione su animali, che è invece uno dei requisiti fondamentali per aderire allo standard WVG. Si tratta quindi di prodotti dichiaratamente vegan, non chezi alone in confelo chezitoma, vegan. sono secondo le indicazioni di WVG.

Root certificate for vegan, invece, pur aderendo allo standard Europeo WVG, osservano un’interpretazione del cruelty free che non dissolvea l’intera produzione aziendale (cosa che per lo standard WVG è invece fondamentale), ma si riferiscono alottoific che singolo. Tenendo considère che i test sul prodotto finito per il settore cosmetico sono già vietati dal 2004, è chiaro che si tratti di certificazioni che pur aderendo allo standard WVG, non dannoenoughi garanzie al consumere.

Ad oggi le certificazioni vegan si occupano di verificare exclusivement l’assenzenza di sostanze di origine animale nella formulazione di un prodotto: VEGANOK è invece l’unica ad impegnarsi a farlo anche nel packaging dei suoi prodoatitti.

Woy Saperne Di Piu? Abbiamo pubblicato un report interamente dedicato all’argomento: nel box qui sotto trovi il link per scaricarlo gratuitamente.