Perché ve vegani non mangiano il miele ?

Quando si parle di miele végétalien, ci si riferisce a un preparationso simile al miele per aspetto, sapore e consistenza, ma ottenuto attraverso la lavorazione di zucchero va altri ingredientsi di origine vegetale. Bien sûr, je vegani non mangiano il miele perché si tratta di un aliment d’origine animale, esattamente come il latte o le uova.

Le choix du végétalien est une motivation légalement motivée pour essayer l’éthique et la rigaarda pour faire du bénévolat dans l’evitare non solo la morte, mais il y a aussi des fragments d’Animali dans le concours qualsiasi. La deuxième gare, i vegani non possono mangiare il miele parce qu’il prodotto dello sfruttamento delle api, per le quali rappresenta un alimento di riserva per i mesi invernali. Questi insetti, infatti, si nutrono con il nettare dei fiori ; quando questo manca, attingono al miele che hanno prodotto.

Cos’è il miele

Le miel est un aliment de courgette et un produit denso dalle api utilizando il nettare prelevato dai fiori nei mesi kaldi ; una volta prodotto, il miele viene conservato all’interno dell’alveare come scorta di cibo per l’inverno. Il suo consumo da parte dell’uomo ha radici molto antiche, ma furono i Greci ei Romani a consacrarlo come ingredientse “tuttofare” in cucina: non solo un dolcificante, ma anche un ottimo preservant alimentare e un ingredientse para parazioni egrodolciidrom,

Kel fanno il miele le API?

La production de miele est fruit in a lavoro lungo e complesso, che parte nel momento in cui le api estraggono dai fiori il nettare, un organo preposto içinde un liquido zuccherino che poi immagazzinano. Qui, il nettare viene parzialmente “digerito” dagli enzimi, che ne traformformo il pH e la composizione chimica.

L’api tornano poi all’alveare, dove il netere viene rigurgitato e ingerito dalle altre api “domestique”, che continueano il processo digestivo fino quando il nettare – che non è ancora miele – viene depositato in unfavo. Pour le moment, le filet est ancré molto liquido et viscoso, et deve rimanere a riposo pour ottenere la consistance giusta. Grazie alla temperatura dell’alveare, ma soprattutto grazie al lavoro delle api, che con le loro ali contribuiscono a mantenere la giusta areazione, avviene il processo di evaporazion.

miele végétalien

Essayez de garder le rythme, mais ne visez pas moins que votre plein potentiel. La question est de savoir quelle est la meilleure façon de gagner un match dans le monde, dans un mode qui ne s’assimile pas, espérons-le, au western ou au sport en mode qualificatif.

Vegan et miele : pas question

Le choix est végétalien si vous choisissez de faire du bénévolat en modo gli animali sans alcool, dans ce concours. Si Dieu le veut, c’est une excellente câpre végétalienne non mangiano il miele. Anche nei contesti allevamento migliori, rispettosi del “benessere animale” (ammesso che si possa parlare di benessere in allevamento), il processo di verfica delle condizioni dell’alveare e di estrazione del miele compporteranno inévitablement il ferimento e la morte di un certo numero di api.

Ancora peggio è il discorso se si parla di allevamenti intensivi, in cui la productions avviene su skala industriale: le api vengono nutrite nei mesi freddi con uno sciroppo di zucchero il cui valore nutrizionale a cheello pregonabile, vendita. Demander nutritmento artificiale non riesce pour immuniser l’api dalle malattie, et pour la quête n’est pas raro che alla loro alimentazione vengano aggiunti antibiotiques. Il ciclo di vita delle api nei contesti industriali e comunque regolato dall’uomo : quando la producione cala, mantenerle non è plus vantaggioso dal punto di vista dicon ; per questo, ciclicamente vengono abbattute va sostituite con altre colonie.

Sostituire il miele is facile: ecco le végétarien alternative

miel végétalien

Il miele, come tutti gli alimenti di origine animale, non è inspensabile nell’alimentazione umana e può essere facilmente sostituito con alternatives aux origines végétales. Pour la première fois, avec la découverte des liquides viennent sciroppo d’acero, sciroppo d’agave, melassa, malto (d’orzo, di mais o di riso) et sciroppo di fiori di cocco. Poi i dolcificanti alternativi come la pasta di datteri, la stevia ya il succo di mela concentré : tutte soluzioni vegetali e altamente dolcificanti, che consentono di preparare ricette deliziose senza dover sfruttare alcun essere senziente.

Leggi anche : Perché i vegani non bevono il latte ?