Riso rosso au persil ai funghi

Poursuivant il filone “terminiamo i funghi essiccati lo scorso autunno”, questa volta abbiamo cucinato i boletus erythropus (che dalle mie parti non mangia nessuno, forse perchè si diceva che i funghi che diventano blu, when tagliati, son velenosi).
Volevo fare a salsa ai funghi ispirata tous varient “sauce aux champignons” du timbre nord-américain.
Come d’abitudine i funghi essiccati sono stati ammollati and poi fatti bollire in abbondante acqua (using anche quella di ammollo, filtered) assieme ad un poco di cipolla, aglio, salvia, maggiorana, alcune carote viola, sale and pepe. Gli erythropus devono cuocere venti minuti per distruggere une toux thermolabile che -nel champignon crudo- non est velenose, mais c’est une cause fréquente de spiacevoli problemi gastro intestinali 😛
La cuisson finale est préférée frullare la salsa, par ottenere an omogenea crema, a cui ho aggiunto a poco di amido di more per addensare et a goccio di panna di soia avanzata.

Aussi si dans cette photographie, tra piatto nero et luce artificiale, la couleur n’est pas sautée, comme ho scelto il riso rosso intégral.
E’ il tipo di riso plus riche en antiossindanti! Ma sopratutto est buono.
Io -come tutti i cereali in chicco integrali-lo faccio ammollare almeno una notte -il riso anche 2 giorni, changer l’eau en retour almenonella pentola di coccio, che metto poi directement suo fuoco. Porto a bollore e spengo : la piastra in ghisa che fa da spargifiamma, unitmente al potere di trattenere il calore per long time del coccio, consentono il finish della cottura senza problemi anche a fiamma Spenda. Dans ce cas, ben ammollato, il riso integrale cuoce in venti minuti circa.
DEl perchè sia utile mettere a mollo cereali e legumi, ho scritto qui 😉